Home Page Area riservata

      
 
 

Storico

Il Controllo e messa a punto della funzionalità e delle efficienza delle  macchine irroratrici

 

Lo studio Progettonatura fin dai primi anni di attività ha soffermato l’attenzione sull’efficienza di impiego delle irroratrici, punto critico e collo di bottiglia tra l’efficienza dei prodotti e il risultato di protezione delle colture frutticole, in particolare viticole. Nel 1988 dopo tre anni di approfondimento della problematica soprattutto in Alto Adige ed in Austria Progettonatura decide di acquistare un centro mobile di taratura (primo in Veneto e secondo sul territorio nazionale dopo il cantiere utilizzato dell’U.M.A. di Bolzano dall’equipe del dr. Tito Endrizzi ) e di iniziare l’attività di controllo delle irroratrici e della loro messa a punto in funzione della realtà viticola e frutticola in cui andavano ad operare. Da subito si capisce la necessità di creare una metodologia di controllo delle irroratrici ma ancor più di mettere a punto dei modelli di efficienza di utilizzo di tali macchine nelle varie forme di allevamento della viticoltura del Veneto e del Friuli.

 

Accanto al servizio di controllo delle irroratrici inizia una attività sperimentale per la messa a punto dei modelli più efficienti nelle varie forme di allevamento, delle problematiche di sicurezza adottate prima e durante la distribuzione dei presidi sanitari, della quantità di prodotto in deriva recuperabile dalla attività di taratura e dalla durata dell’effetto di controllo delle irroratrici rispetto agli organi di usura (ugelli, manometri etc). Questa prima parte dell’attività si conclude con la tesi sperimentale presso Il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali della Facoltà di Agraria dell’Università Degli Studi di Padova del laureando Patrizio Gasparinetti dal titolo: Analisi dell’efficienza di distribuzione delle irroratrici utilizzate in alcuni comprensori vitivinicoli del Veneto orientale e del Friuli.

 

Da questa attività sperimentale svolta dal 1988 al 1990 in 64 aziende su 69 irroratrici emerge un dato molto preoccupante: nessuna irroratrice risulta a “posto” per tutti i controlli effettuati, tutte le irroratrici controllate manifestano delle carenze per uno o più aspetti. Gli aspetti di maggior carenza riguardavano l’usura degli ugelli, l’esatta misurazione dei manometri e il tipo di distribuzione in funzione della forma di allevamento. Anche gli aspetti della sicurezza lasciavano molto a desiderare, infatti i sistemi di protezione dell’operatore in fase di preparazione della miscela e durante la distribuzione erano poco utilizzati come anche l’attenzione al fissaggio dell’irroratrice al trattore e il corretto utilizzo delle protezioni dell’albero cardanico era poca o nulla.

 

Tali risultati hanno spinto Progettonatura a sensibilizzare maggiormente gli operatori nell’aspetto della sicurezza attiva e passiva e ad ottimizzare il corretto utilizzo delle irroratrici consentendo di ridurre anche le dosi di prodotto utilizzate da prima a dopo la taratura dal 10 al 20 % in meno a seconda dei casi.

 

La diffusione delle modalità di controllo delle irroratrici sono continuate negli anni successivi, si è sensibilizzato anche il Dipartimento di Produzione Vegetale e Tecnologie Agrarie dell’Università di Udine, in particolare il prof. Gianfranco Pergher eil prof. Rino Gubiani mettendo a confronto diversi metodi di controllo tra cui quello utilizzato da Progettonatura. Nel 1993 viene presentato all’International Symposium on “ENGINEERING AS A TOOL TO REDUCE PESTICIDE CONSUMPTION AND OPERATOR HAZARDS IN HORTICULTURE” dell’ISHS ad Ulvik in Norvegia il risultato del lavoro congiunto: Voluntary Testing of plant protection equipment in Northern Italy. Oggi Progettonatura continua con questo servizio, strumento di sicurezza per l’operatore e per l’efficacia dei trattamenti e mezzo per la riduzione delle perdite della macchina irroratrice per deriva e non corretto impiego.

 
   
   
       
 
 
 
© Copyright 2010  PROGETTONATURA STUDIO ASSOCIATO Santa Lucia di Piave (TV)   P.IVA 02146120262    Info E-mail    Powered by DBA S.N.C.